Sono stati pubblicati i dati dell’indice ZEW delle condizioni economiche tedesche e dell’indice IFO sulla fiducia delle imprese in Germania, entrambi relativi al mese di dicembre. Ci sono buone notizie: in entrambi i casi sono state battute le aspettative

Per l’indice IFO il dato atteso dagli economisti era 110,6 mentre quello effettivo si attesta a  111 punti; per l’indice ZEW il dato atteso era di 59,1 punti mentre quello effettivo è salito a 63,5. Ma cosa sono questi due indici e quali sono le differenze? Scopriamolo insieme!

Perché è importante?

I mercati tendono a vedere IFO e ZEW come indice della salute dell’intera zona euro, sebbene le aziende considerate siano solo tedesche. Questo avviene per un semplice fatto di proporzioni: la Germania è considerata il principale motore economico dell’eurozona, da sola essa produce più del 66% delle esportazioni. Monitorare lo stato di salute delle imprese europee è importante per capire se la crescita economica può essere sostenibile nel tempo.

Che cos’è l’indice IFO?

L’indice IFO è un indice che misura la fiducia delle imprese in Germania. L’indice viene costruito attraverso un sondaggio condotto su 7.000 aziende di diverso settore. I settori considerati sono:

  • Commerciale
  • Manifatturiero
  • Costruzioni
  • Commercio all’ingrosso
  • Commercio al dettaglio

Nello specifico a queste aziende vengono poste varie domande sia sulla situazione attuale che futura:

  1. ad ogni domanda riguardante attualità è associato un giudizio (buono, soddisfacente o negativo)
  2. ad ogni domanda sulle aspettative dei prossimi 6 mesi le opzioni di scelta sono “più favorevoli” o “meno favorevoli” rispetto alla situazione attuale. 

L’indice è costruito tenendo conto sia delle risposte del presente sia quelle del futuro e viene rilasciato mensilmente dal 1972.

Spesso l’indice IFO viene scambiato o confuso con l’indice ZEW, sempre di matrice tedesca e poi “esportato” in altri Paesi, anche se vi sono sostanziali differenze tra i due.

Quali sono le differenze tra ZEW e IFO?

A differenza di altri indici di fiducia, lo ZEW non è condotto attraverso un sondaggio di giudizi provenienti direttamente dalle imprese bensì da 350 esperti. L'indice è costruito come differenza fra la percentuale di ottimisti e di pessimisti e ha l’obiettivo di determinare il sentiment degli investitori istituzionali tedeschi.

Considerato che l’IFO intreccia 7.000 aziende invece lo ZEW considera un campione di 350 esperti, è bene pensare che quest’ultimo possa essere molto più volatile, e quindi soggetto a maggiori movimenti rispetto all’indice IFO, ed una piccola prova la possiamo vedere dal grafico della serie storica.

 

AdviseOnly