Manca poco ormai al referendum del 4 dicembre sulla riforma costituzionale proposta dal governo: dopo essere stato approvato in via definitiva dalla Camera, il testo deve ora rimettersi al parere dei cittadini. Lo scorso venerdì 18 novembre scorso è terminato ufficialmente la possibilità di diffondere i sondaggi che, per ora, danno in vantaggio il fronte del No (seppur con una fetta consistente di indecisi che potrebbe spostare l’ago della bilancia). Ma su cosa esattamente saremo chiamati ad esprimerci? E cosa cambierà con l’eventuale vittoria del Sì?



Per continuare a leggere l'articolo devi aver effettuato l'Accesso.

Accedi o Registrati per accedere gratuitamente a tutti i contenuti di YellowChannel. Potrai accedere anche alla Simulazione di Investimento.