Dopo meno di un anno dai tragici eventi di Charlie Hebdo, Parigi e l’intero mondo occidentale hanno vissuto un altro weekend di terrore. Gli attentati del 13 novembre non sono altro che la manifestazione più cruda e violenta dell’instabilità al di là del Mediterraneo.
Il sogno di cambiamento che ha dato origine alla “Primavera araba” si è trasformato in una triste illusione e da allora il Medio Oriente e il nord Africa sono una polveriera. L’irrisolta questione libica e il conflitto diplomatico tra l’Occidente e la Russia hanno alimentato i rischi geopolitici e indebolito i rapporti internazionali.



Per continuare a leggere l'articolo devi aver effettuato l'Accesso.

Accedi o Registrati per accedere gratuitamente a tutti i contenuti di YellowChannel. Potrai accedere anche alla Simulazione di Investimento.