L’8 novembre si avvicina. A sei giorni dalle elezioni americane, la democratica Hillary Clinton deve affrontare una situazione molto delicata. L’FBI ha pubblicato un documento di 129 pagine sull’inchiesta relativa alla grazia concessa dall’allora presidente Bill Clinton al finanziere americano Marc Rich, colpevole di aver evaso 48 milioni di dollari di tasse. L’inchiesta si è conclusa nel 2005 con un nulla di fatto, ma i sospetti sulle donazioni di Rich ai Clinton, contenute nelle carte pubblicate, rischiano di influenzare il voto.

Nonostante questo incidente di percorso, sembra che la strada sia abbastanza in discesa per Hillary Clinton, che continua ad essere in vantaggio sul suo rivale, il repubblicano Donald Trump. Ma anche se la candidata democratica ottenesse la vittoria, la sua poltrona potrebbe risultare scomoda, non solo per l’importanza del ruolo che si troverà a ricoprire, ma anche per l’avverso contesto politico che si troverebbe a fronteggiare.



Per continuare a leggere l'articolo devi aver effettuato l'Accesso.

Accedi o Registrati per accedere gratuitamente a tutti i contenuti di YellowChannel. Potrai accedere anche alla Simulazione di Investimento.