Sebbene per l’Europa il 2016 sia stato un anno tutto sommato discreto in termini di dati macroeconomici (crescita 1,6% rispetto al 2015 e inflazione 1,8% rispetto all'anno scorso), lo scenario 2017 per i mercati resta abbastanza un’incognita principalmente per la molteplicità degli eventi politici: negoziati per la Brexit, elezioni in Olanda, Francia, Germania e forse Italia. 

Il primo appuntamento spetta alla Francia. Ricordiamo che in caso di vittoria il partito di Marine Le Pen, il Front National, ha intenzione di “interrogare il popolo con un referendum” per avviare eventualmente il processo di uscita della Francia dall'Euro e dall'Unione Europea. A questo si aggiunge l’incognita delle probabili elezioni anticipate in Italia e le elezioni nel Paese trainante dell’Europa: la Germania. Pensare che è stato creato un indice ad hoc per gli Stati e aree più importanti che misura il rischio politico. Ecco l’indice che misura il rischio politico dell’intera Europa:



Per continuare a leggere l'articolo devi aver effettuato l'Accesso.

Accedi o Registrati per accedere gratuitamente a tutti i contenuti di YellowChannel. Potrai accedere anche alla Simulazione di Investimento.