La bolla dei mutui subprime scoppiata nel 2006 ha comportato, tra le altre cose, un enorme travaso di soldi dal settore pubblico a quello privato, gravando notevolmente sui conti dei diversi Paesi. Per avere un’idea delle dimensioni del fenomeno, basti pensare che in Europa, tra il primo ottobre 2008 ed il primo ottobre 2014, la Commissione Europea ha adottato oltre 450 decisioni di autorizzazione di aiuti pubblici nazionali alle banche.

Oggi però il quadro normativo è diverso: dal primo gennaio 2016, infatti, è entrato in vigore il pacchetto di norme introdotto dalla direttiva BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive). 



Per continuare a leggere l'articolo devi aver effettuato l'Accesso.

Accedi o Registrati per accedere gratuitamente a tutti i contenuti di YellowChannel. Potrai accedere anche alla Simulazione di Investimento.