YELLOWPEDIA

Obbligazione indicizzata

Le obbligazioni indicizzate (o a cedola variabile) sono titoli ai quali corrisponde il pagamento di cedole di ammontare variabile solitamente composte da due elementi:

  • un rendimento fisso determinato a priori, chiamato spread
  • una parte variabile determinata dall’andamento dell’indice di riferimento (solitamente l’inflazione, o i tassi monetari come l’Euribor o il Libor).

Facendo un esempio per un’obbligazione in euro a 3 anni dal valore nominale di 100, con tasso cedolare di Euribor +1,5%, i flussi di pagamento saranno:

  1. Primo anno con tasso Euribor del 2%, pagamento del 3,5% pari a 3,5 euro,
  2. Secondo anno con tasso Euribor di 1,5% pagamento del 3,0% pari a 3 euro,
  3. Terzo anno con tasso Euribor dell’1% pagamento del 2,5% pari a 2,5 euro più il rimborso del valore nominale per un totale di 102,5 euro.

Lo Stato italiano emette obbligazioni a tasso variabile, i CCT con scadenze a 5, 6, 7 e 10 anni e cedole variabili semestrali tipicamente indicizzate al rendimento dei BOT annuali.