YELLOWPEDIA

Rischio di liquidità

Il Rischio di liquidità è il rischio riconducibile alle difficoltà di entrare ed uscire dal mercato in maniera tempestiva, influenzando in modo avverso i prezzi degli strumenti finanziari. Tale rischio è difficilmente misurabile a priori e spesso trascurato ma può avere un impatto molto rilevante (ad es. un investitore possiede un determinato titolo e vuole rivenderlo sul mercato finanziario ma, a causa di una negoziazione ridotta dello stesso, è costretto ad accettare un prezzo di mercato diverso da quello che avrebbe potuto ottenere nel caso in cui avesse trovato più soggetti disponibili all’acquisto). Il rischio di liquidità si evidenzia in modo drastico durante le crisi di mercato come quella verificatasi nel 2008-2009.

Advise Only attribuisce grande importanza al rischio di liquidità ed ha, quindi, messo a punto un indicatore proprietario, l’Indice Composito di Liquidità (“Liquidità”). Tale indice misura l’effettiva possibilità di acquistare o vendere uno strumento finanziario sul mercato senza influenzare il prezzo dello stesso. L’Indice Composito di Liquidità stima la liquidità di uno strumento anche in condizioni critiche di mercato, in funzione del volume di scambi, della differenza tra i prezzi d’acquisto e quelli di vendita (dove applicabile), della dimensione del mercato di uno strumento e altre grandezze che possono aiutare a comprendere la potenziale difficoltà a comprare e vendere uno strumento.